Wednesday, 3 June 2015

Scopriamo il Calulu: il piatto della festa

Oggi parliamo di un piatto della tradizione angolana: il Calulu di pesce secco e fresco.

Intere famiglie si riuniscono attorno al Calulu il sabato, il giorno della festa. È un rito, un simbolo della cultura locale, un messaggio di benvenuto. 
L'invito si allarga nel giro di poche ore dai familiari stretti, alla famiglia allargata, agli amici; ciascuno porta qualcosa da accompagnare al Calulu e un rito familiare si trasforma in una grande festa che dura fino a notte fonda nel giardino di casa.
Ma cosa c'é dentro a questo Calulu?
È una sorta di bandiera nazionale: pesce, polpa di den dem (il frutto della palma da cui si ricava l'olio) jimboa, funji (polenta), peperoncino...Un piatto molto colorato e aromatico, il cui profumo si sparge per tutta la casa accompagnato da vino e Kissangua, una bevanda a base di cocco e ananas.
Ecco la lista degli ingredienti:

- 400 gr di pesce secco ammollato e tagliato a pezzi
- 400 gr di pesce fresco tagliato in tranci
- 4 pomodori grandi
- 400 gr di okra
- 1 cipolla grande
- 2 melanzane
- foglie di spinaci
- aglio q.b.
- 1 po' d'acqua per far seccare il calulu
- peperoncino a gusto
- sale q.b.
- polpa di den dem
- farina di manioca

Abbiamo sostiutio la jimboa con gli spinaci , il pesce secco è il Bagre, un pesce di fiume.

Ecco la preparazione dello chef Kitaba, seguite i passaggi, cucinate anche voi il vostro Calulu e costruite il vostro rito d'incontro familiare.

- Disporre gli ingredienti a strati, intercambiandoli, aggiungendo per ultimo l' olio di palma e l'acqua
- Far cuocere 20/30 minuti
- Accompagnamento: FUNJI (acqua fredda - farina di granturco bianco)
- Diluire la farina con dell'acqua a temperatura ambiente
- Inserire questo composto nella pentola nell'acqua calda e mescolare fino a consistenza desiderata




Abbiamo chiesto a diverse persone dello staff e ognuno ha una versione diversa dell'origine della parola Calulu. Chi dice provenga da una citta del Sud dell'Angola, chi dalla foglia di jimboa; anche la ricetta varia, dalla foglia di jimboa a quella di patata dolce preferita nel sud del Paese.
La storia del Calulu si arricchisce di elementi diversi, un po' come succede agli invitati del pranzo di famiglia.
Inizialmente il piatto si preparava solo con il pesce essiccato. Man mano che la ricetta si sposta verso il mare si arricchisce di pesce fresco: Cernia e Garopa, pesce bianco e grasso.
Nelle citta si arricchisce di verdure: melanzane, okra, spinaci...
Ora nuove versioni del Calulu sono preparate col Baccalà essiccato al posto del Bagre e altre verdure, per esemio zucchine. Sperimentate!
Il nostro Chef lo ha preparato negli studi Rai del CooKing Show e andra presto in onda su Rai3, stay tuned!






1 comment: